Il sito per conoscere tutto sulla località delle Alpi del Mare

frabosasottana.com


Frabosa Sottana è un comune della provincia di Cuneo situato nella Valle Maudagna a circa 650 m s.l.m., nota località turistica conosciuta soprattutto per gli sport invernali, ma anche per un turismo estivo. Ha un territorio molto esteso 37kmq dai 490 metri di Gosi, la frazione al confine con il comune di Villanova Mondovi per arrivare agli oltre 2280 metri del Mondolè, la vetta più alta che dà anche il nome a tutto il comprensorio sciistico che comprende le stazioni di Artesina, Pratonevoso e Frabosa Soprana (quest'ultima comune a se stante). Oltre a quelle citate, Frabosa comprende le frazioni di Pianvignale, Alma Ressia, Riosecco San Giacomo e Miroglio. Il comune conta circa 1600 abitanti residenti, ai quali occorre aggiungere oltre seimila seconde case, che pongono il comune piemontese ai primi posti in Italia per numero di alloggi stagionali.

 
.


 
Frabosa Sottana martedi 20 agosto ore 21 al Gala Palace grande evento "Faustino racconta Fausto"



Nel centenario della nascita di Fausto Coppi, l’Associazione Turistica Mondolè organizza una serata in ricordo del Grande Ciclista. Martedì 20 agosto alle ore 21 presso il Gala Palacce di Frabosa Sottana, il giornalista sportivo, esperto di ciclismo, Paolo Viberti intervisterà Faustino Coppi, figlio del Campionissimo, ripercorrendo insieme a lui la splendida carriera dell’Airone.

Fausto Coppi, professionista dal 1939 al 1959, fu il corridore più famoso e vincente dell’epoca d’oro del ciclismo ed è considerato uno dei più grandi e popolari atleti di tutti i tempi. Formidabile passista, eccezionale scalatore, e dotato di un buono spunto veloce, era un corridore completo e adatto ad ogni tipo di competizione su strada.

Evento ad ingresso libero.
 
Il programma estate 2019 a Miroglio







 
L'artista genovese Giuseppe Ballacchino espone a Frabosa Sottana dal 10 al 24 agosto




COMUNICATO STAMPA
 

Il Comune di Frabosa Sottana organizza in collaborazione con l’Associazione Culturale Valle Maudagna e l’albergo Italia una mostra di pittura dal titolo “Espressionismo” dell’artista genovese Giuseppe Ballacchino. L’inaugurazione avrà luogo sabato 10 agosto alle ore 17 presso la sala esposizioni dell’albergo Italia di Frabosa Sottana, via principe Umberto 15. Alla cerimonia interverranno il Sindaco di Frabosa Sottana Adriano Bertolino, il presidente dell’Associazione Culturale Valle Maudagna Gianni Dulbecco, il critico d’arte Paolo Rocchi e l’artista Giuseppe Ballacchino. La mostra rimarrà aperta fino al 24 agosto con il seguente orario: dal lunedì al sabato dalla ore 17,30 alle 19,30; domenica dalle 11,30 alle 12,30 e dalle 17,30 alle 19,30. Ingresso libero.
 

Giuseppe Ballacchino Nato a Genova il 30 novembre 1980, ho manifestato fin da piccolo una certa indole artistica, facendo della "scultura", con il pongo a quei tempi, uno dei miei giochi preferiti, in cui mi cimentavo con passione ed entusiasmo. Col il passare degli anni, poi, lungi dall'essere abbandonato, questo passatempo è diventato qualcosa di più, perfezionandosi in tecnica e stile, alimentato da una vita densa di drammi famigliari.

Oggi,  finalmente, ho trasformato ciò che per me era un mezzo di evasione da quella vita, in una e vera e propria professione.




 

Critica

Si presenta a Frabosa Sottana una mostra di pittura dal titolo "Giuseppe Ballacchino: espressionismo". Tale titolo é alquanto significativo per come l'artista mette in evidenza, nelle sue opere, le espressioni delle figure femminili abbinate ai colori caldi delle tele. Si nota, infatti, che le opere sono suggestive e varie. L' artista é in una continua ricerca in cui rivela tutta la sua fantasia ed é preso da una febbre creatrice attraverso cui, con una linea sottile,  queste opere vengono collegate alle espressioni, ai sentimenti e alle situazioni nelle quali il pittore da il meglio di sé. Come non vedere nelle figure del cavallo, nei volti femminili una inquietudine caratteriale verso certe situazioni in cui le espressioni per l'artista  diventano fonte d'ispirazione. Bisogna essere grati a Giuseppe che, attraverso la sua pittura, ci porta in un viaggio fatto di sensazioni, colori e opere autentiche, rivelandosi,  per questo,  artista  nascente  nel panorama  artistico nazionale .
Paolo Rocchi
 
La festa dei pastori alla Balma sabato 3 e domenica 4 agosto 2019



La festa dei pastori alla Balma è una tradizione che ricorre da oltre 100 anni la prima domenica di agosto. I pastori e i margari, fieri e silenziosi, custodi dei pascoli montani, con la sola compagnia dei loro animali, affrontano con caparbietà la natura inesorabile che li mette a dura prova con freddo, forti temporali,grandine, calura, siccità. Il termine “balma”, in gergo antico, significa proprio “riparo sotto la roccia” e veniva utilizzato dai pastori fin da epoche preistoriche. La Colla della Balma, quasi a duemila metri, alle pendici del Mondolé, ospiterà una formula rinnovata della “Festa dei Pastori” sabato 3 e domenica 4 agosto.

L’Associazione Culturale Geronimo Carbonò e l’Associazione Margari della Balma, in collaborazione con l’Unione Montana Mondolè, la Fondazione CRC e con il patrocinio del Comune di Frabosa Sottana, hanno preparato un programma molto fitto e vario in modo da attirare e soddisfare l’interesse di un pubblico più ampio, e nello stesso tempo portare l’attenzione sulle tradizioni del passato. I festeggiamenti partiranno sabato 3 agosto con una serata musicale dedicata ai giovani, alla consolle allestita in alta quota ci sarà Dj Jerry.

La festa domenicale inizierà alle 10.30 con l’esibizione di balli occitani del gruppo Folkloristico Artusin, alle 11.30 si terrà un convegno dal titolo “L’epica dei Pastori” dove interverranno: il Decano dei Margari della Balma, il regista e documentarista Alessandro Ingaria, le autorità locali e i pastori della zona. Grandi protagonisti del pomeriggio saranno gli artisti del famoso gruppo Lou Seriol, con il concerto gratuito a partire dalle 14.30.

In entrambe le giornate sarà possibile pernottare e mangiare presso il Rifugio Balma della famiglia Allegro oppure presso il rifugio Merlo degli Alpini di Villanova Mondovì (per l’occasione la cucina sarà curata dalla Trattoria Breolungi). Gli organizzatori consigliano, al fine di godersi una bella giornata in montagna e per rispettare l’ambiente, di lasciare “a valle” le auto e di salire alla Balma facendo una corroborante escursione, oppure usufruendo delle seggiovie da Prato Nevoso o da Artesina. Non resta che raggiungere la Balma sabato 3 e domenica 4 agosto e seguire il suggerimento di Adriano Celentano che, in un suo celebre componimento, canta “Una festa sui prati, una bella compagnia, panini e vino e un sacco di risate, e luminosi sguardi di ragazze innamorate...
 
Conclusa a Frabosa Sottana la 6° edizione del Salone del Libro di Montagna. Sotto il link al sito ufficiale e le immagini della manifestazione





Sul sito ufficiale del salone del libro di montagna di Frabosa Sottana tutte le notizie della sesta edizione della manifestazione.

clicca qui


La fotogallery della sesta edizione con una settantina di immagini.
clicca qui

 
Frabosa Sottana: ultimi ritocchi in vista dell'inaugurazione del Salone del Libro di Montagna
 






Ultimi ritocchi in vista dell'inaugurazione della sesta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana il tradizionale appuntamento destinato a portare per due giorni (sabato 20 e domenica 21 luglio) nel capoluogo della valle Maudagna alcuni dei pezzi pregiati della produzione letteraria dell'intero Nord Ovest.

Paolo Beraldi con "La doccia Nera"; Paola Maccario autrice di "La carta del Burro"; Lidia Dutto, con "Se nasce femmina piange la formica"; Giorgio Ferraris con "La Belle Epoque di Ormea", Sarah Cogni con "La finestra sul ciliegio"; Gian Vittorio Avondo con "Rimedi, cibi e altre stranezze della tradizione piemontese"; Beppe Prato con "Pamparato a Tavola", Maria Grazia Orlandini, autrice di "Il segreto della Madonna nera" e Cristina Giordana col libro: "Portami Lassù", saranno i protagonisti delle presentazioni che si alterneranno, nella "due giorni", a partire dalle ore 15 di sabato 20, all'interno della sala conferenze dell'Albergo Italia.

Libri il cui riferimento alla montagna è spesso esplicito e rimarcato come nel caso di "Portami Lassù", l'opera edita da Mondadori, che è già un cult degli amanti della letteratura: frutto del lavoro di Cristina Giordana. La storia è quella di una mamma che ha perso un figlio sul Cervino, un figlio non comune che dedicava il suo tempo libero alla montagna e che aveva tra i suoi obiettivi la scalata del Dhaulagiri, in Nepal.

Libri, ma non solo libri. Come tradizione vuole, il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana, promosso dall'Associazione Culturale Valle Maudagna in collaborazione con l'Associazione San Biagio di Miroglio, il Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Frabosa Sottana, il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi e di importanti aziende che operano nel Nord-Ovest, funziona da straordinario contenitore all'interno del quale troveranno spazio anche un convegno, quello promosso sabato in mattinata in collaborazione con l'Uncem Piemonte su un tema di particolare importanza al quale prenderanno parte tecnici e amministratori locali:

"Il piano dei Sentieri per la crescita economica dei Territori Montani". Tra gli appuntamenti previsti domenica 21 anche un coinvolgente progetto della Uisp sviluppato da due escursionisti e compagni di viaggio: Valeria Tonella ed Ermanno Pizzoglio che hanno prodotto una selezione di itinerari significativi di una delle aree più belle ed incontaminate del mondo: le isole di Capo Verde.

Momento saliente della sesta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana darà, sabato alle 21, l'incontro dibattito con John Aimo, ospite d'onore della rassegna 2019, pilota di mongolfiere e campione italiano in carica ed istruttore di volo, fondatore dell'Aeroclub Mongolfiere di Mondovì. L'appuntamento con imo è in programma presso il salone dell'ex Confraternita.

Da non perdere è la mostra fotografica dedicata alla memoria di Luca Borgoni, giovane alpinista deceduto in occasione di una scalata al Cervino. Le foto saranno esposte per l'intera durata della sesta edizione del Libro di Montagna di Frabosa Sottana presso la sala mostre dell'Albergo Italia.

Nel piazzale antistante e all'interno della la struttura alberghiera saranno presenti, nel corso della "due giorni" della rassegna di Frabosa Sottana, stand espositivi di case editrici e associazioni locali, tra queste quelli del WWF, la più grande organizzazione mondiale per la conservazione della natura, e dell'associazione culturale "I Mondaj" che gestirà anche quest'anno il caratteristico e sempre apprezzato "scambio di libri".

Sarà possibile seguire la sesta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana attraverso il sito ufficiale www.salonelibromontagna.blogspot.it oppure collegandosi alla pagina https://www.facebook.com/Salone-Libro-Montagna-Frabosa

 
Il programma delle manifestazioni estive della pro Loco di Frabosa Sottana






Sulla pagina Facebook della Pro Loco di Frabosa Sottana il ricco e variegato programma delle manifestazioni estive.

www.facebook.com/Pro-Loco-Frabosa-Sottana
 
Ad Artesina, dal 27 luglio al 3 agosto, la novità "Music & Mountain"






Si chiama “Music & Mountain” ed è il campus novità che si terrà ad Artesina dal 27 luglio al 3 agosto. Una settimana full-immersion con corsi di canto, inglese, improvvisazione teatrale e gite in montagna per bambini, ragazzi e adulti. Per tutti i livelli di preparazione. Nella magnifica cornice della località del monregalese, si svolgerà la settimana in cui i ragazzi svolgeranno diverse attività di studio, gioco e interazione artistica.


Le lezioni di canto collettive, saranno calibrate sul livello di preparazione e sull'età dei partecipanti, comprenderanno fondamenti di tecnica vocale, respirazione, intonazione, approfondimenti di generi musicali e preparazione di brani cantati. Attraverso il gioco, l'esplorazione dello spazio e l'interazione di gruppo i partecipanti saranno guidati nella creazione di improvvisazioni teatrali, sia in italiano che in lingua inglese, un percorso studiato anche per chi non conosca ancora questa lingua.


Non mancheranno inoltre molte attività extra come escursioni, serate karaoke, proiezione musicali, canti sotto le stelle...e diverse altre sorprese. Gli studenti alloggeranno presso Casa Marguareis, struttura a tre stelle situata a quota 1400 metri. L’hotel dispone di 46 confortevoli e moderne stanze, tutte con servizi in camera, telefono e TV, affacciate sulla splendida valle sottostante. Durante l'ultima serata sarà messo in scena uno spettacolo con il frutto del lavoro delle giornate precedenti. Tutti i parenti e gli amici saranno invitati ad assistere ed avranno la possibilità di alloggiare nello stesso hotel dei partecipanti.


“I nostri docenti – spiega Francesca Montaldo - vantano una lunga esperienza in ambito professionale presso numerose scuole genovesi e sul territorio nazionale”. Per informazioni è possibile contattare il numero 339.4807096 o visitare il sito www.allacademy.it


 

 
Pratonevoso, calendario eventi Estate2019


CLIK SULLA LOCANDINA PER INGRANDIRLA
 
La tua Estate 2019 a Pratonevoso


CLIK SULLA LOCANDINA PER INGRANDIRLA
 
Apre sabato 6 luglio "Artesina Park" per un'estate a misura di famiglia








La stagione estiva di Artesina è ufficialmente iniziata con massima attenzione alle proposte per bambini e famiglie. Sabato 6 luglio ci sarà l’apertura dell’Artesina Park con il bob estivo, il tubing ed il Bike Park. Tre attrazioni molto apprezzate dal pubblico a disposizione di chi intende trascorrere ore spensierate e a contatto con la natura. 

Corse a partire da 5 euro (pacchetto da 10 voucher) per il bob estivo per un divertimento esclusivo in Piemonte, fruibile sia dagli adulti sia dai bambini. Il Bike Park presenta tracciati fortemente rinnovati e studiati con discese per bikers di ogni livello ed età. Per i più piccini sarà in funzione il tubing con i suoi coloratissimi ciambelloni, il tappeto di risalita e un divertimento garantito in totale sicurezza.


Proseguono intanto le attività dei “Summer camp”, i centri estivi sportivi per bambini e ragazzi che da anni animano l’estate della località. Tante le proposte in calendario all’insegna dello sport, ma anche della musica e della montagna: dal calcio al tennis, dal basket al volley, fino alla novità della vacanza “Music & Mountain” (per informazioni sui Camp 0174242252).

Il conto alla rovescia, a pochi giorni dall’inizio dell’estate, è ufficialmente scattato per una stagione sempre a misura di famiglia. Info e aggiornamenti sul sito www.Artesina.it e sulla pagina Facebook Artesina Mondole Ski. Apertura Artesina Park: tutti i weekend di luglio a partire da sabato 6 e poi tutti i giorni dal 3 al 25 agosto, per allungare ancora nel fine settimana del 31 agosto/1 settembre


 

 
Tutto pronto per la sesta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana




DUE GIORNI ALL'INSEGNA DI PRESENTAZIONI ED ESPOSIZIONI LIBRARIE IN PROGRAMMA ANCHE CONVEGNI, DIBATTITI, PROIEZIONI E MOSTRE.

ATTESISSIMA LA PRESENZA DI CRISTINA GIORDANA COL SUO "PORTAMI LASSU'" OSPITE D'ONORE DELLA RASSEGNA IL PILOTA DI MONGOLFIERE JOHN AIMO.

 


Frabosa Sottana (CN) – Due giorni all'insegna di presentazioni ed esposizioni librarie, convegni, dibattiti, proiezioni e mostre. E' quanto propone sabato 20 e domenica 21 luglio, per il sesto anno consecutivo, l'associazione Culturale Valle Maudagna organizzatrice del Salone del Libro di Montagna, evento che, a titolo completamente gratuito avrà luogo presso la sala convegni dell'Albergo Italia ed il Salone dell'ex Confraternita di Frabosa Sottana, in provincia di Cuneo.    


Due giornate interamente dedicate alla cultura ed alla promozione del libro e della lettura, considerati momenti fondamentali di crescita individuale e collettiva. Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana rappresenta uno degli eventi culturali più importanti del Monregalese, riunisce decine di editori ed autori ed offre ai visitatori la possibilità di andare alla scoperta di una particolare e sempre interessante produzione libraria.


Il fitto ed interessantissimo programma prevede, sabato 20, al termine della cerimonia di inaugurazione, il Convegno promosso in collaborazione con l'Uncem Piemonte dal tema: "Il piano dei Sentieri per la crescita economica dei Territori Montani". In considerazione della sua particolarità, all'appuntamento, in programma presso la sala convegni dell'Albergo Italia sono attesi assieme al Presidente Nazionale Uncem Marco Bussone al Presidente dell'Uncem Piemonte Lido Riba ed al Vice Presidente Anci Piemonte Michele Pianetta anche Amministratori e Sindaci del Monregalese.


Nel corso della giornata, a partire dalle ore 15, sarà poi la volta delle presentazioni librarie. Sono attesi, nell'ordine, Paolo Beraldi col suo libro: "La doccia Nera"; Paola Maccario che presenterà "La carta del Burro", Lidia Dutto, autrice de "Se nasce femmina piange la formica"; Giorgio Ferraris con "La Belle Epoque di Ormea" e Sarah Cogni con "La finestra sul ciliegio".


Alle 21, presso il salone dell'ex Confraternita, sarà la volta dell'incontro dibattito con l'Ospite d'Onore della 6a edizione del Salone del Libro di Montagna, ovvero John Aimo, pilota di mongolfiere e campione italiano in carica ed istruttore di volo, fondatore dell'Aeroclub Mongolfiere di Mondovì.  


Domenica 21 la giornata si aprirà alle ore 10, con la presentazione di un coinvolgente progetto della Uisp sviluppato da due escursionisti e compagni di viaggio: Valeria Tonella ed Ermanno Pizzoglio che hanno prodotto una selezione di itinerari significativi di una delle aree più belle ed incontaminate del mondo: le isole di Capo Verde. Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, proseguiranno le presentazioni librarie e, di fronte alla platea della sala conferenze dell'Albergo Italia si susseguiranno Gian Vittorio Avondo con "Rimedi, cibi e altre stranezze"; Beppe Prato con "Pamparato a Tavola" e Maria Grazia Orlandini, autrice di "Il segreto della Madonna nera". La serie di presentazioni librarie di giornata si completerà con un libro: "Portami Lassù" che è già un cult degli amanti della letteratura di montagna, frutto del lavoro di Cristina Giordana. La storia è quella di una mamma che ha perso un figlio sul Cervino, un figlio non comune che dedicava il suo tempo libero alla montagna e che aveva tra i suoi obiettivi la scalata del Dhualagiri, in Nepal.


Cristina Giordana porterà in dote alla 6a edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana una mostra fotografica dedicata alla memoria di suo figlio Luca Borgoni. Le foto saranno esposte per l'intera durata del salone presso la sala mostre dell'Albergo Italia.


Nel piazzale antistante e all'interno della la struttura alberghiera saranno presenti, nel corso della "due giorni" della rassegna di Frabosa Sottana, stand espositivi di case editrici e associazioni locali, tra queste quello dell'associazione culturale "I Mondaj" che gestirà anche quest'anno il  caratteristico e sempre apprezzato "scambio di libri". 

 
Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana pronto a festeggiare il sesto compleanno






Servono necessariamente due mani per indicare il numero di edizioni cui giunge quest'anno il Salone del Libro di Frabosa Sottana. Sabato 20 e domenica 21 luglio prossimi, la rassegna culturale della valle Maudagna, taglierà infatti, con enorme soddisfazione di Gianni Dulbecco, presidente della Associazione culturale valle Maudagna e organizzatore dell'evento, il traguardo delle sei edizioni.
«Ogni anno una candelina in più per una rassegna che dirige lo sguardo alle nuove produzioni librarie (che non sono poche e tutte di notevole interesse), ma che è attenta a tutto ciò che riguarda l'ambiente montano con le sue innumerevoli bellezze, il suo straordinario fascino, ma anche le ineludibili criticità che lo attanagliano –sottolinea il "patron della kermesse– la Montagna resta il perno di ogni iniziativa promossa nell'ambito del nostro Salone che proporrà nell'ambito della "due giorni" la presentazione di una serie di opere che fanno parte della sempre imponente produzione libraria nazionale. Testi che richiamano temi ed argomenti accattivanti, profondi ed appassionanti e questo forse per il fatto che a proporli sono quest'anno per lo più scrittrici che scrittori».
Già, perché una delle caratteristiche che renderà particolare la sesta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana è che quest'anno il numero delle autrici che si alterneranno nella presentazione dei loro lavori è superiore a quella degli uomini. L'elenco completo degli scrittori che saliranno a Frabosa Sottana per presentare i loro lavori verrà svelato solo tra qualche giorno.



«Quello che posso aggiungere –completa il presidente dell'Associazione Culturale Valle Maudagna, Gianni Dulbecco– è che il programma del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana non sarà solo fatto di racconti, romanzi, novelle e poesie, ma si articolerà, come tradizione, anche attraverso mostre, convegni e proiezioni. In programma avremo due convegni ed una mostra fotografica, appuntamenti tesi a garantire ulteriore richiamo ad una rassegna che di anno in anno si ripromette, attraverso la promozione libraria e le varie iniziative collaterali di richiamare sempre più attenzione verso l'ambiente, quello montano in particolar modo, e la natura puntando con decisione alla promozione del territorio, sotto ogni punto di vista».
Il Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana che propone gratuitamente al pubblico ogni iniziativa, gode del Patrocinio della Regione Piemonte, della Provincia di Cuneo e del Comune di Frabosa Sottana e del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Cuneo, della Banca di Credito Cooperativo di Pianfei e Rocca de Baldi e di importanti aziende che operano nel Nord-Ovest. La rassegna si struttura quest'anno in due location poco distanti una dall'altra: il salone convegni dell'Albergo Italia e la sala conferenze della Confraternita. Sarà possibile seguire la quinta edizione del Salone del Libro di Montagna di Frabosa Sottana attraverso il sito ufficiale www.salonelibromontagna.blogspot.it oppure collegandosi alla pagina https://www.facebook.com/Salone-Libro-Montagna-Frabosa
 
Frabosa Sottana: inaugurato l'archivio storico comunale




Domenica 28 aprile nell’ambito della Festa di San Giorgio, è stato inaugurato nella Sala consiliare del Comune, l’archivio storico comunale alla presenza dei sindaci dell’Unione montana Mondolè Un lavoro durato cinque anni portato avanti da due esperte del settore. Oggi Frabosa Sottana ha un patrimonio storico a disposizione per ricerche o studi e che ha portato alla luce documenti preziosi. Per l’occasione sono stati esposti diversi documenti tra i quali una mappa del 1700 relativa agli alpeggi completamente restaurata e il documento più antico risalente al 1585.












 
Le immagini della Fiera di San Giorgio 2019


Disponibile nella sezione immagini la foto gallery della Festa di San Giorgio 2019 a Frabosa Sottana.
clicca qui
 
Fera 'd San Giors 2019 - il programma



Venerdi 26 aprile 2019

Ore 20.00 Gala Palace GRAN POLENTATA ‘D SAN GIORS con il gruppo canoro “I MENHIR"

Sabato 27 aprile 2019

Ore 15.00 Confraternita Santi Giovanni e Bonaventura
Inaugurazione mostra sulla Filografia “Conservazione della parola scritta con documenti e libri antichi dal 1500 al 1945 a cura dell’Associazione Culturale “I Mondaj”. Orari di apertura: sabato 27 dalle 15 alle 17 domenica 28 dalle 9 alle 17. Ingresso libero.

Domenica 28 aprile 2019

Ore 8.00 Apertura della “13^ RASSEGNA ZOOTECNICA FERA ‘D SAN GIORS” con esposizione di bovini, equini, ovini e caprini. A seguire premiazione dei capi migliori.

Ore 10.30 Santa Messa e Processione in onore del Santo Patrono

Ore 12.30 presso il Gala Palace “PRANZO ALLEVATORI” partecipazione aperta a tutti.

Ore 16.00 inaugurazione archivio comunale ed esposizione mappa restaurata della metà del ‘700.

Per tutta la giornata: MERCATINO DI PRODOTTI TIPICI E ARTIGIANATO.

Esibizione ASD Gruppo Arcieri Monregalesi di Villanova Mondovì

 
.



Giovedì 25 aprile 2019 ricorre il 74° anniversario della Liberazione dal giogo nazifascista che, tradizionalmente, viene solennemente ricordato in Val Maudagna  presso la piccola Cappella rurale dedicata a San Marco Evangelista, all'interno della quale furono trucidate il 14 gennaio del 1944 (75 anni orsono), 11 persone tra civili e partigiani che operavano in Valle.
Come ogni anno le celebrazioni verranno organizzate dall'Associazione San Biagio di Miroglio e prevedono la celebrazione della Santa Messa all'interno della cappella di San Marco Evangelista e dopo la funzione religiosa, i presenti renderanno omaggio alla targa commemorativa dei caduti presso la quale saranno espresse brevi parole di commemorazione.
La cerimonia avrà svolgimento con il seguente programma:

ore 10.00 – Celebrazione della Santa Messa
ore 10.40 – Commemorazione dei partigiani caduti in Val Maudagna
ore 11.10 – Spostamento a Miroglio per la consegna degli Attestati di partecipazione
ore 12.00 - Rinfresco di saluto e ringraziamento

 
30° Galà della Castagna d'Oro - Frabosa Sottana 12-14 ottobre 2018






Tutte le notizie, sul "30° Galà della Castagna d'Oro" di Frabosa Sottana, (comprese le edizioni precedenti) l'evento di maggior spicco del Comune della Val Maudagna, potete trovarli sul sito dedicato

www.galacastagnafrabosasottana.blogspot.com


clicca qui accedere al sito
 
Inaugurata la "Salita dei Campioni", con l'intitolazione dei 13 tornanti che portano a Prato Nevoso a grandi campioni del ciclismo



Sono 6 chilometri e 200 metri con pendenza del 7 per cento. E’ la cosiddetta “Salita dei campioni” che giovedì 24 maggio concluderà la diciottesima tappa del Giro ciclistico d’Italia da Abbiategrasso a Prato Nevoso. Sabato 12 maggio il Comitato tappa cuneese ha inaugurato l’intitolazione dei 13 tornanti ad altrettanti grandi campioni del ciclismo, italiani e stranieri. Sono, nell’ordine, Stefano Garzelli (al quale è stato intitolato il tornante numero 1), Vincenzo Nibali (il numero 2), Fabio Aru (numero 3), Paolo Savoldelli (numero 4), Marco Pantani (numero 5), Pavel Tonkov (numero 6), Simon Gerrans (numero 7), Gianni Bugno (numero 8), Claudio Chiappucci (numero 9), Francesco Moser (numero 10), Italo Zilioli (numero 11), Franco Balmamion (numero 12) e Fausto Coppi (numero 13). 
 
Le immagini della presentazione del Giro d'Italia al Gala Palace di Frabosa Sottana



Tutte le immagini della serata del 24 aprile 2018 al Gala Palace per la presentazione ufficiale della tappa del Giro d'Italia Abbiategrasso-Pratonevoso. Clicca sotto per la fotogallery.click qui
 
Frabosasottana.com compie 10 anni. Fondato nel 2007 conta oltre 50mila contatti annuali




Una ricchissima galleria fotografica. Un obiettivo sempre acceso sulla Valle Maudagna. In evidenza storia e tradizioni, ma anche puntuali reportages sugli eventi e le manifestazioni che si svolgono in questo angolo del monregalese.

Il sito www.frabosasottana.com compie 10 anni dalla sua fondazione avvenuta nell'ottobre del 2007.

"A quella data i social come facebook e twitter erano appena sorti, e non esisteva a Frabosa Sottana neppure l'ufficio turistico che venne inaugurato nel luglio 2011.

Così il creatore del sito Gianni Dulbecco ideò letteralmente un sito che valorizzasse turisticamente, e a 360 gradi, Frabosa Sottana e tutto il comprensorio che comprende le stazioni sciistiche del Mondolè (Artesina e Pratonevoso).

L'idea colpì nel segno. Il sito ebbe subito successo, in quanto assieme alle notizie, ad aggiornate informazioni sugli eventi e sulle manifestazioni proposte in Valle Maudagna, si potevano scoprire storia e tradizioni dell'intera zona.

«Il successo di "frabosasottana.com" –racconta l'ideatore e creatore del sito, Gianni Dulbecco– è dato dall'essere sempre presente alle manifestazioni e dall'aver creato una galleria di immagini che supera le cinquemila foto. Nel corso di questi ultimi anni state create numerose pagine facebook ad hoc, ma il sito "frabosasottana.com" ha retto ed ha addirittura incrementato le visite che oggi si attestano su 50mila contatti annuali. Preme ringraziare tutti coloro che in questi dieci anni ci hanno seguito e che forniscono lo stimolo a proseguire con la professionalità e l'impegno che ci hanno sempre contraddistinti, questo nostro lavoro».

 
Le immagini del concerto di ferragosto 2017



Le più belle immagini del 37° Concerto di Ferragosto (svoltosi nell'anfiteatro naturale dell'Alpe Gavo nel Comune di Frabosa Sottana) tenuto dall'Orchestra Sinfonica Bartolomeo Bruni Città di Cuneo, le trovate cliccando sotto
click qui

 
Le immagini della Mondolè Ski Alp, Coppa del Mondo di sci alpinismo disputata a Pratonevoso



Nella sezione immagini è disponibile la photogallery (oltre 200 foto) della tappa italiana della Coppa del Mondo di sci alpinismo [Mondolè Ski Alp] disputata sabato 25 e domenica 26 marzo sulle nevi del comprensorio Mondolè.

clicca qui
 
A Frabosa Sottana è nata l'Associazione Culturale Valle Maudagna






COMUNICATO STAMPA



Frabosa Sottana (CN) 31 marzo 2015 – E’ stata costituita nei giorni scorsi l’Associazione Culturale Valle Maudagna. Tra le principali finalità della neo nata associazione, che ha istituito la propria sede a Frabosa Sottana (CN), quella di svolgere attività in campo culturale finalizzata alla promozione dell’intero territorio della Valle Maudagna valorizzando gli aspetti storici, archeologici e le antiche tradizioni. In calendario l’organizzazione di conferenze e convegni a carattere culturale, presentazioni e promozioni librarie, happening e mostre.


Il logo dell’associazione richiama tre elementi cardine del territorio di Frabosa Sottana: il monte Mondolè la vetta simbolo della Valle Maudagna, il torrente Maudagna che dà il nome alla Valle, e la ruota del vecchio mulino uno dei simboli di Frabosa Sottana, che per alcuni secoli assunse la denominazione di “Frabosa dei mulini” visto che in zona si erano diffuse le macine mosse ad acqua sfruttando la forza del torrente Maudagna.


«Abbiamo tante idee e progetti da sviluppare – dichiara il presidente Gianni Dulbecco – stiamo lavorando all’allestimento della seconda edizione del “Salone del Libro di Montagna” che organizzeremo in collaborazione con l’Associazione San Biagio di Miroglio e che si svolgerà il 4 e 5 luglio a Frabosa Sottana: un evento che lo scorso anno, al suo debutto, ha riscosso un notevole successo di partecipazione. Entro il 2015 intendiamo portare a compimento altre iniziative, tutte mirate a tenere accesi i riflettori su questo vitale e dinamico spicchio di Piemonte».

Per contatti e informazioni: ass.culturalevallemaudagna@gmail.com
 
Grande successo per la conferenza sul Progetto Ethwal tenuta dal Professor Francesco Carrer




Frabosa Sottana 16 agosto 2014
Si è svolta sabato 16 agosto nei locali della Confraternita di Frabosa Sottana la Conferenza sul Progetto EthWAL tenuta dal Professor Francesco Carrer del dipartimento di archeologia della University of York (Regno Unito) organizzata da Gianni Dulbecco (frabosasottana.com) in collaborazione con il Comune di Frabosa Sottana. Il progetto finanziato dalla Comunità Europea, riguarda lo studio delle strutture pastorali di alta quota di due aree campione delle Alpi Occidentali, la Valle Maudagna e la Valle de Freissinieres (Hautes-Alpes, Francia). Le ricerche si sono concentrate su tre tipi di evidenze: le capanne pastorali tradizionali (i casot) in pietra a secco ancora in parte utilizzate, le aree di pascolo selezionate dai pastori per stabulare gli animali (i gias), le strutture semiinterrate in muratura utilizzate per conservare e stagionare i formaggi (le selle). Il metoto utlizzato è sia antropologico che archeologico, da una parte infatti vengono intervistati i pastori locali per comprendere le strategie di uso delle alte quote, dall'altra invece vengono studiate in maniera approfondita le strutture, la loro architettura ed i loro spazi interni. La conferenza, seguita da un pubblico numeroso ed attento, ha visto la partecipazione del Vice Sindaco di Frabosa Sottana Dr. Jacopo Denina e da altri componenti il Consiglio Comunale. Al termine della illustrazione del Prof. Carrer, sono state poste numerose ed interessanti domande alle quali il relatore ha risposto con termini di facile comprensione per tutti. Al termine della serata, dopo la consegna di una pergamena ricordo a Francesco Carrer, c'è stato l'impegno di tenere la prossima estate una seconda conferenza che illustrerà i risultati degli scavi effettuati quest'anno che verranno elaborati nei laboratori dell'Università di York nei prossimi mesi. Di seguito un riassunto delle slide della presentazione della conferenza.

Etnoarcheologia dei paesaggi di alta quota delle Alpi occidentali.

L'etno-archeologia è lo studio etnografico legato all'archeologia. In cosa consiste l’etnografia? L’etnografia dal greco etnos (popolo) e grapho (scrivo) letteralmente “descrizione del popolo” è il metodo con cui operano le ricerche sul campo delle scienze etno-antropologiche. Fare etnografia significa recarsi tra coloro che si vuole studiare per un certo periodo di tempo, ed utilizzare alcune tecniche di ricerca (come l’osservazione e l’intervista) allo scopo di collezionare un insieme di dati che poi vanno interpretati.





La Val Maudagna presa in esame per il Progetto EthWAL






Nel caso dei paesaggi di alta quota ci si avvale di due strumenti di lavoro: le interviste ai malgari e la ricerca in archivi, biblioteche, comuni di documenti storici che aiutano l’archeologo nella successiva fase di scavo. Nel luglio del 2013 il Prof. Francesco Carrer del dipartimento di archeologia della University of York (Regno Unito) ha iniziato la ricognizione della zona presa in esame, (la Val Maudagna) avvalendosi di quattro strumenti fondamentali per l’investigazione: la bussola, il gps, il registratore e la macchina fotografica. La bussola ovviamente serve per l’orientamento, il GPS è un sistema di posizionamento e navigazione satellitare che attraverso una rete satellitare fornisce ad un terminale mobile o ricevitore GPS informazioni sulle sue coordinate geografiche ed orario in ogni condizione meteo. La localizzazione avviene tramite la trasmissione di un segnale radio da parte di ciascun satellite e l’elaborazione dei segnali ricevuti da parte del ricevitore. Il registratore è utile quando individuato un insediamento, se ne devono descrivere nell’immediato le caratteristiche quali la lunghezza, larghezza, dimensione in altezza ed altre notizie utili che assieme agli scatti fotografici consentiranno in un secondo tempo di studiare meglio il sito in questione. La fase successiva archeologica riguarda lo scavo vero e proprio dell’insediamento. Il Progetto Ethwal, finanziato dalla Comunità europea e portato avanti dall’Università di York, indaga su due aree distinte delle Alpi Occidentali, la Val Maudagna nel territorio di Frabosa Sottana, ma non solo, e la Vallèe de Freissinieres nel dipartimento francese delle Hautes Alpes nei pressi di Briancon.



Le due valli prese in esame dal Progetto EthWAL





Due immagini di casot: il alto casot ancora ben conservati, in basso
ruderi in pietra a secco. Sono stati censiti dal Prof. Carrer in Valle
Maudagna circa ottanta insediamenti




Cosa studia questo progetto? Il progetto studia i casot dei pastori in alta quota, che venivano e vengono ancora oggi utilizzati durante il periodo estivo (giugno-fine settembre). Perché proprio in Val Maudagna si è concentrata la ricerca? Tutto nasce da un opuscolo realizzato dal Dottor Giovanni Comino ex Sindaco di Frabosa Sottana, quando a capo del servizio veterinario dell’asl di Cuneo realizzò il libretto dal titolo “Caseificare in alpeggio: si può? Una tradizione tra passato, presente e futuro”. Il volume venne mostrato al Prof. Carrer il quale vedendo alcune immagini dei casot, rimase stupito di come alcuni di loro si erano conservati in maniera ottimale rispetto ad altre zone alpine, e nel 2012 presentò appunto un progetto di ricerca che venne autorizzato. Cos’è un casot? Molte persone andando in alta montagna li avranno visti, ma sicuramente la gran parte non conosce l’utilizzo passato, presente e futuro di tali insediamenti. Nell’estate del 2013 il Prof. Carrer nel corso di due campagne in luglio e agosto, riuscì nella zona della Balma a censire circa ottanta casot, alcuni ancora utilizzati o abbandonati da pochi anni, altri solamente ruderi di pietra. Lo scavo dell’estate 2014 si è concentrato per oltre una settimana su di un casot situato al di sotto del lago della Brignola, posto vicino ad una fontana, in una posizione ottima.





A questo punto sorge spontanea da parte di molti la domanda: perché studiare i casot?


Per diversi motivi:


- per ricostruire la storia


- per capire meglio la storia (antica e moderna) della pastorizia


- per capire perché sono stati costruiti e utilizzati


- per capire meglio la storia (antica e moderna) dei paesaggi alpini


- il quinto motivo, perché sono un patrimonio da preservare, che può essere uno strumento di valorizzazione turistica del territorio.




Come si studiano i casot?


Si inzia con il lavoro di censimento e catalogazione perlustrando l’intera zona in questo caso l’intera Val Maudagna. Facendo ricerche su documenti e libri in archivi e biblioteche. Realizzando interviste con coloro che utilizzano o hanno in passato utilizzato tali strutture, i pastori e i malgari, partendo dai giovani per arrivare agli anziani che hanno una memoria storica ovviamente più lunga che può arrivare attraverso le testimonianze dei loro padri anche ad oltre cento anni indietro.

La fase successiva è quella dei rilievi topografici che viene effettuata con strumenti familiari ai geometri come la stazione totale. In seguito si passa aiI campionamenti e per finire lo scavo archeologico. Tutti i dati raccolti in estate vengono rielaborati nella stagione invernale in università, compiendo analisi statistiche e analisi di laboratorio. I primi risultati di questa ricerca hanno consentito di censire oltre 80 insediamenti nella zona circostante il Rifugio Balma, ma sicuramente i casot erano un tempo molti di più.

I casot sono sopravvissuti fino ai nostri giorni (alcuni insediamenti sono risalenti ad oltre tre secoli fa), sono elementi caratteristici del paesaggio montano locale, si collocano al confine tra archeologia, storia e etnografia, sono di grande interesse per la ricerca scientifica, un patrimonio da proteggere e valorizzare e di potenziale interesse turistico.






Nelle due foto l'interno di un casot perfettamente conservato



Quali sono le ricadute sul territorio? Conferenze come quella tenuta il 16 agosto 2014 a Frabosa Sottana, con la presentazione del progetto e dei primi risultati, articoli su internet, sulla stampa, su riviste scientifiche, ma la novità consiste nella ricaduta turistica con la valorizzazione attraverso volantini informativi ed opuscoli. Il turista ha già a disposizione i numerosi sentieri che passano attraverso i casot, quindi non resta che sfruttare questa potenzialità per il futuro.







La consegna della pergamena ricordo da dx Gianni Dulbecco
(frabosasottana.com) organizzatore della conferenza, al centro
il Prof. Francesco Carrer e a sx il Vice Sindaco Jacopo Denina


 
Trasmissione televisiva "La Scia Bianca" dedicata al Mondolè disponibile on-line




E' disponibile on line su youtube il video della puntata del programma "La Scia Bianca" andato in onda sabato 29 dicembre 2012 su  GOLD TV Italia relativa al Mondolè Ski e a Frabosa Sottana. La puntata è stata realizzata a Frabosa Sottana, Artesina e Prato Nevoso nei giorni 6-7-8 dicembre 2012. La trasmissione è realizzata sotto forma di reality con il coinvolgimento di operatori e persone del luogo. La conduttrice (Adele Di Benedetto) infatti,  veste i panni di una turista e presenta al telespettatore la località indicandone tutte le caratteristiche tipiche della vacanza, senza dimenticare di esaltarne le bellezze naturalistiche, gastronomiche, sportive, tradizionali e culturali, con un occhio attento ai costi.

Clicca sotto per visualizzare la puntata dedicata al Mondolè

http://www.youtube.com/watch?v=KBNC1JDsyyU&list=UUxRoG4S4p2urMB9UMJH4g1Q&index=1
 
``
Per conoscere l'antico borgo di Miroglio di Frabosa Sottana
clicca qui per entrare
 
`Orari apertura estate 2019




Di seguito gli orari di apertura degli Uffici Turistici Infopoint Mondolè di Frabosa Sottana e Prato Nevoso Estate 2019

INFOPOINT MONDOLE' FRABOSA SOTTANA

Via IV Novembre 12 (piano terra Municipio)- Frabosa Sottana
Aperto da lunedi alla domenica con orario 9.00-12.00, e dalle 15,00 alle 18,00.

Per contatti tel. 0174-244481 mail: infopointmondole@gmail.com


INFOPOINT MONDOLE' PRATO NEVOSO

Piazzale Dodero - Prato Nevoso.
Aperto tutti i giorni con orario 09.00-12.00 e 15,30-18,30 Mercoledì chiuso.
Per contatti tel. 0174-334133 mail: infopointpratonevoso@gmail.com

 

Google

GuestBook
Blog
Chat
Giochi

Dal mondo
Ultimissime...

 » Galà della Castagna d'Oro Frabosa Sottana
 » Progetto Alp Campus Giovani
Progetto Alp Campus Giovani
 » Comune Frabosa Sottana
Sito istituzionale Comune Frabosa Sottana
 » Sagra castagna FrabosaSottana
Sito della Sagra della Castagna Frabosa Sottana
 » Mondole.it
Sito Associazione Turistica Mondolè
 » Sito Frabosa Soprana
Nuovo sito su Frabosa Soprana
 » Comune Frabosa Soprana
Sito istituzionale Comune Frabosa Soprana
 » Comune di Collobrières
Il sito del Comune francese gemellato con FrabosaSottana dal 17 ottobre 2010
 » Miroglionews
Per conoscere Miroglio l'antico borgo del comune di Frabosa Sottana
 » ilmeteo.it
Previsioni meteo di Frabosa Sottana
 » hoteldellealpi.eu
Albergo Ristorante delle Alpi - Miroglio (Frabosa)
 » artesina.it
 » pratonevoso.com
 » frabolandia.it
 » frabosaski.it

Sito Online di Euweb